.
Annunci online

aldotorchiaro [ Liberi Tutti ]
 






Riformista,
laica, libertaria.
Un'altra sinistra
è possibile









 



bn-13424-545796351


26 aprile 2005


Merci. L'ignobile autarchia del marchio italiano

Una inverosimile campagna di marketing in questi giorni imperversa su tutti i media. "Merci", direbbe un carosello di compiaciuti francesi, agli italiani che acquistano automobili fabbricate nell'Esagono. Alla faccia dello spirito europeo, del mercato comune e delle più elementari regole del libero mercato: libero scambio, concorrenza, autoregolamentazione.
L'invito esplicito è a preferire il made in Italy, in stile Ventennio: "Denaro alla Patria". In termini di economia politica: Autarchia. "Fiducia ai nostri marchi", conclude lo spot. Da liberale vero, non ci credo. Non mi sembra neanche una cosa possibile.
E l'autorità garante per il mercato? Dove si è nascosta, mentre gli squadristi fanno la marcia sul Lingotto? E il ministro per i rapporti con la Ue, cosa dirà? Che in Italia tutto è una barzelletta, persino irridere "le automobili francesi"?
Perché la partita non si gioca sui prezzi, anziché sui luoghi comuni? Perché la Fiat non impara a stare sul mercato, anziché praticare francofobia gratuita a tutto campo?

Personalmente, da liberale, liberista ed europeo ho scritto alla Commissione Europea perché sanzioni lo spot.
Per dirvela tutta, però, ho scritto in italiano. Mi capiranno?




permalink | inviato da il 26/4/2005 alle 1:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo        maggio
 
rubriche
Diario
Diritto di cronaca
l
Martini Rosso

cose
Ultime cose

Il mio profilo
da vedere
Indegnamente con Bernard Lewis

Oggi mi sento in format

E Polis
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom