Blog: http://aldotorchiaro.ilcannocchiale.it

Martini rosso. Da Vezio storia e qualche gossip

Ebbene sì. Ho due vizi: il Martini rosso, minimo tre al dì, secondo la ricetta del druido che mi ha in cura, e la smodata curiosità. Così quando stasera ho sceso lo scalone del Campidoglio dopo aver applaudito quel bel tipino che è Simona Torretta, sono andato da Vezio. Qualcuno di voi lo conoscerà senz'altro. Vezio ha gestito per trent'anni un locale che era l'ombra stessa del Comitato Centrale, alle spalle di Botteghe Oscure. E le sue parole sono oggi la memoria e l'orgoglio. Andarlo a trovare è rimettersi in pace con il mondo: si impara ogni volta qualcosa di nuovo. Stasera gli ho chiesto di Giorgio Amendola, e della sua scelta di vita. Mi ha parlato dell'uomo, del bevitore, della buona forchetta. Di tutto l'Amendola di cui non si è mai parlato. Poi gli ho chiesto delle storie che circolano sulle tante donne di Fassino. "Piero ha una terza gamba, è noto. Le donne lo adorano, quando ci passano una volta, tornano sempre". Ho mandato giù il bicchiere senza fiatare. Questo di Vezio sì che è un posto unico per il Martini rosso... 

Pubblicato il 30/9/2004 alle 0.8 nella rubrica Martini Rosso.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web