Blog: http://aldotorchiaro.ilcannocchiale.it

Reverendum. A latere stat virtus

Non ho mai avallato la vulgatina della presunta 'superiorità morale' della sinistra sulla destra. Né ho mai mancato di riconoscere alle intelligenze di destra i loro meriti indubitevoli. Oggi l'allarme di Stefania Prestigiacomo: "Se non vince il sì, la 194 è fuorilegge", mentre il presidente di An, Gianfranco Fini, continua la sua mobilitazione in favore di 3 sì e un no. Ma "al voto comunque". Perché la destra - quella vera, non quella di plastica inventata ieri - fa politica, senza mai astenersi.

Se qualcosa resterà, della battaglia referendaria, è questo. Chi si astiene questa volta, si astenga dalla politica. Tà politikà. Il cui fine ultimo è dare indirizzi, non attenersi al silenzio. L'arte della conservatoria si esercita nei musei.

L'Italia si cambia con una sinistra riformista e una destra liberale, di cui finalmente emergono le forme. Che sia un nuovo inizio?

Pubblicato il 5/6/2005 alle 14.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web